Come ottenere una pianta da una talea

Pubblicato il da DimmiCosaCerchi

Riprodurre una piantina in vaso è semplice, se sai come fare....

E' possibile riprodurre una pianta in vaso da un suo rametto? La risposta è si, ed è anche piuttosto semplice!

Una rametto o germoglio preso da una pianta, con l'intento di riprodurne una nuova, è chiamato talea. E' consigliato effettuare questa operazione durante la mezza stagione, quindi in primavera, evitando il perdiodo estivo e quello invernale.

Ma cosa si deve fare per ottenere una nuova pianta da una talea?

Per prima cosa, tagliate un ramo (rigorosamente con la forbice pulita, e con un taglio verticale) dalla pianta che volete riprodurre.

Cercate di prendere un ramo grosso (non un germoglio insomma!), che avrà maggiori probabilità di successo; se il ramo è piuttosto grande, prendetene uno che abbia una lunghezza di almeno 50 centimetri. In alternativa, prendete 4/5 rametti diversi.

E' necessario prendere più rami, in quanto non è detto che tutti germoglieranno con successo. Alcune talee potrebbero non farcela, e morire.

Se avete preso un ramo grosso, tagliatelo, sempre con taglio verticale, in più rametti della lunghezza di circa 15/20 centimetri.

Il taglio deve essere effettuato sempre vicino ai nuovi germogli, in quanto saranno loro a trasformarsi nelle future radici della pianta che andrete a riprodurre.

Eliminate le foglie in eccesso (soprattutto quelle più vicine alla parte bassa del ramo), lasciandone una minima quantità (4/5 foglie al massimo).

La vostra talea adesso è pronta per essere messa in terra o nel vaso.

Una volta effettuata questa operazione, è importante coprire la pianta con un telo di plastica trasparente, che permetterà alla luce di filtrare, ed alla pianta di mantenere il giusto livello di umiditià necessario per rapido sviluppo. Ricordatevi prima di annaffiare abbondantemente, e di non mettere la talea in pieno sole.

Le piante, come ogni essere vivente, soffrono. Cercate quindi di provvedere alla sua piantagione nel minor tempo possibile.

Esistono alcune piante, come ad esempio il geraneo, il fico d'india, o l'edera, che radicano con maggiore facilità semplicemente inserendo un rametto in un bicchiere d'acqua, e piantandole non appena abbiamo messo alcune radici.

Buon divertimento!

Acero giapponese
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post